…impressioni su ” Corri a Sasseta “

Di seguito vogliamo portare a conoscenza  le impressioni e le ” emozioni ”  avute dal nostro  atleta  Gianotti Matteo 
La corsa è denominata “Corri a Sasseta” e si svolge in un’assolata e calda Domenica mattina di Agosto.Si parte alle nove e trenta da piazza della Chiesa a Sasseta di Vernio e la strada inizia subito a salire… e le salite, intervallate da qualche discesa, si susseguono fino al paesino di Cavarzano, che è raggiunto dai podisti poco dopo il sesto chilometro della corsa.

Da questo punto in avanti inizia una lunga discesa che porta, al termine di un sentiero boschivo che mette a dura prova le articolazioni dei podisti, alla località denominata “Le Poggiole” e da qui il percorso continua fino a raggiungere il capoluogo del Comune di Vernio, San Quirico, dove è ubicato un punto ristoro presso il quale i corridori possono rifocillarsi prima di affrontare l’impegnativo finale.

Il primo tratto della salita finale non è troppo ripido, ma negli ultimi due chilometri la strada si impenna (molto azzeccata, a parere di chi vi scrive, la scelta di allestire un punto ristoro poco prima del cartello dei “meno due” all’arrivo)… e ai podisti non resta altro da fare che stringere i denti fino al traguardo ubicato in piazza della Chiesa, dopo quindici chilometri di corsa, dove terminano le loro fatiche sportive.

La giornata è calda e la gara è stata impegnativa, ma adesso è venuto il momento di recuperare le energie perdute e il ristoro finale garantisce agli sportivi la possibilità di farlo a seconda dei loro gusti: dal melone per i più salutisti… alla porchetta per i più “audaci”.

Sasseta, intanto, sembra quasi che voglia ringraziare il popolo del podismo per questa bella giornata di sport…

 

 

Matteo G